Manifatturiero in Italia, la produzione sale a luglio 2015

L'indice della produzione è salito da 54,1 di giugno a 55,3 di luglio 2015

manifattura-pmi.jpg

Pochi giorni fa l'Istat ha raccontato con dati e numeri che il lavoro è il problema numero uno nel nostro Paese. Oggi c'è una notizia positiva che riguarda l'Italia. A luglio 2015, infatti, la produzione manifatturiera ha fatto registrare l'aumento maggiore da oltre quattro anni.

Infatti, stando ai calcoli di Markit/Adaci (basati sui dati raccolti da questionari mensili inviati ai responsabili acquisti di oltre 400 aziende manifatturiere), l'indice dei manager degli acquisti del settore (Purchasing Managers Index) è salito a 55,3 da 54,1 di giugno (che era in calo rispetto a maggio). Numeri che stanno a significare che l'Italia è in espansione, visto che i 50 punti rappresentano la soglia limite tra crescita e calo dell'attività.

Nella nota diffusa alla stampa si legge che la domanda maggiore ha stimolato nuove assunzioni mentre i maggiori prezzi di vendita hanno controbilanciato i maggiori costi. In particolare la maggiore attività produttiva "non è altro che la conseguenza dei crescenti livelli degli ordini presso le imprese manifatturiere, aumentati a luglio per il sesto mese consecutivo e al tasso più veloce da febbraio 2011. Le imprese campione hanno spesso collegato ciò alla domanda maggiore proveniente dal mercato nazionale, riportando inoltre notevoli incrementi durante il mese di nuovi ordini destinati al mercato estero".

Inoltre "alcune aziende hanno riportato di aver completato i loro ordini utilizzando le giacenze di prodotti finiti, che sono diminuite a luglio per il terzo mese consecutivo e al tasso maggiore da febbraio. Allo stesso tempo l'indagine di luglio ha osservato un altro forte incremento dei livelli occupazionali presso i manifatturieri italiani. Il tasso di creazione occupazionale è stato leggermente più lento rispetto ai picchi registrati a maggio e giugno ma tra quelli più veloci osservati durante gli ultimi 15 anni".

Da segnalare, infine, che l'Italia traina la ripresa dell'intera Eurozona dove l'indice è pari a 52,4 punti (a giugno era a 52,5 - dato più alto degli ultimi 14 mesi - ma la stima flash preliminare era di molto inferiore, ossia 52,2).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO