Postepay Evolution Business per imprese e liberi professionisti

I nuovi strumenti di incasso e pagamento di Poste Italiane per il segmento business. Intervista a Giovanni Machetti, responsabile del segmento Small Business e Imprese per BancoPosta.

Postepay evolution business

Poste Italiane è in una fase di grande cambiamento, tra le tante novità, dalla privatizzazione alla quotazione in borsa passando per un massiccio piano di assunzioni, non potevano mancare nuovi prodotti e servizi sempre più a misura di cliente, dove per cliente qui intendiamo l’impresa. Abbiamo il piacere di parlare con Giovanni Machetti, responsabile del segmento Small Business e Imprese per BancoPosta, a cui vogliamo chiedere delle nuove soluzioni proposte per agevolare la vita delle attività economiche, dei nuovi strumenti pensati per semplificare procedure e servizi all’insegna dell’innovazione. Nel dettaglio parleremo delle nuove soluzioni di incasso e pagamento pensate da Poste Italiane per le imprese.

Cos’è Postepay Evolution Business?
Postepay Evolution Business è la nuova carta conto di PosteItaliane Bancoposta riservata alle imprese individuali e ai liberi professionisti. Il lancio previsto nei primi mesi del prossimo anno segue il grande successo avuto dalla Postepay evolution destinata al mercato consumer. Il prodotto è innovativo in quanto ad oggi non esistono offerte simili per il target delle PMI e dei SOHO (Small Office Home Office) e racchiude in sé tutte le caratteristiche di un conto corrente e le funzionalità di una carta prepagata. L’offerta si completa con la possibilità di agganciare alla carta uno strumento di incasso (pos) e permette a un’impresa di uscire dall’Ufficio Postale con un conto aperto su cui è possibile incassare da subito transazioni elettroniche. In poche parole in un'unica “plastica” sono racchiusi tre prodotti, con conseguente convenienza sul prezzo per il Cliente.

A chi si rivolge Postepay Evolution Business?
Postepay Evolution Business si rivolge a tutti quei soggetti che cercano uno strumento più semplice ed economico per iniziare a utilizzare i servizi finanziari di incasso e di pagamento. E’ rivolto principalmente alle Piccole e Medie Imprese, ai Liberi Professionisti e alle Partite Iva che potranno avere sempre sotto controllo la propria situazione finanziaria utilizzando un’App dedicata e un sito internet in cui è possibile fare tutte le operazioni da remoto. Operazioni che possono poi essere effettuate in circolarità sugli oltre 13.000 uffici postali. Per i Clienti che invece hanno esigenze finanziarie più sofisticate tra i prodotti offerti da Bancoposta, vi è il conto corrente che proprio in questi giorni è oggetto di importanti innovazioni di offerta con nuove funzionalità.

Cosa si intende per servizi di acquiring?
Per servizi di acquiring si intende tutti quei servizi che sono dietro all’accettazione di uno strumento elettronico di pagamento. In particolare tutti i servizi connessi alla gestione della transazione, dall’accettazione della carta alla disponibilità delle somme, e alla fornitura degli strumenti sia fisici che virtuali di accettazione (pos fisico, pos mobile e virtuale).

Cosa bolle in pentola, si andrà verso il full acquiring?
Poste è sempre più un erogatore di servizi, avendo le capacità economiche e la più grande rete commerciale del Paese, l’evoluzione è quella di internalizzare tutti i servizi in cui è possibile generare del valore per la società e per i Clienti, tra questi il full acquiring è sicuramente uno dei principali.

Vogliamo fornire qualche numero sull’utilizzo dei servizi di Poste Italiane da parte delle Pmi italiane?
Poste Italiane ad oggi ha oltre 500.000 Clienti tra Piccole e Medie Imprese e Liberi Professionisti, sia titolari di conto corrente che semplici fruitori di servizi postali. Al riguardo il Gruppo ha appena reso operativo un nuovo modello di servizio in grado di gestire con un’ottica di portafoglio e un gestore designato tali Clienti, al fine di rendere sempre migliore la loro esperienza con Poste Italiane, in linea con le aspettative che un grande Gruppo come Poste genera. La forte capillarità e le capacità della nostra rete sono un punto di forza e di eccellenza che genera valore per i nostri Clienti.

Per concludere, il nuovo piano di assunzioni annunciato dal Gruppo da qui al 2020 dovrebbe portare a 8.000 nuovi posti di lavoro. Quali saranno le professionalità più richieste?
Nel piano 2020 del Gruppo, piano che sta accompagnando la società alla quotazione in borsa, sono previste una serie di assunzioni, sia nei ruoli tipici dei servizi postali che nelle divisioni specialistiche, sia finanziarie che assicurative. Quest’ultimo punto è un segnale forte che il Gruppo vuole dare al Paese di crescita e la crescita non si fa solo con i sistemi e gli investimenti ma soprattutto con le persone.

Iniziativa in collaborazione con Poste Italiane

Foto via | Shutterstock.com

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO